In Sicilia un meeting sui Nuovi Mondi

Ricercatori e astronomi di tutta Italia e d’Europa a convegno

Dal 15 al 17 maggio 2017 si svolgerà a Palermo, organizzato dall’INAF – Osservatorio Astronomico, nella sede dell’Orto Botanico, per poi concludersi a Isnello, presso il Parco Astronomico GAL Hassin, il X° meeting di GAPS – Global Architecture of Planetary Systems. Tre giorni intensissimi per fare il punto sui risultati e sulle aspettative del programma di osservazione dell’INAF- Istituto Nazionale di Astrofisica per la caratterizzazione dei sistemi planetari. GAPS è partito ufficialmente nell’agosto 2012 con l’entrata in funzione dello strumento HARPS-N, il più potente cacciatore di pianeti extrasolari dell’emisfero boreale montato al TNG – Telescopio Nazionale Galileo, che ha sede a La Palma, Isole Canarie. Quest’anno ad HARPS-N verrà affiancato lo strumento GIANO, un secondo potente spettrometro per lo studio dei pianeti extrasolari che permetterà di fare osservazioni anche nell’infrarosso, oltre che nel visibile: un grande occhio che aumenta la sua capacità di visione. Questi due strumenti combinati, infatti, danno vita a GIARPS. Quando la luce della stella osservata entra all’interno di GIARPS, la parte ottica e quella infrarossa della stessa vengono separate. La parte ottica della radiazione viene deflessa verso HARPS-N mentre quella infrarossa verso GIANO. Nell’infrarosso sarà possibile osservare stelle molto attive, oltre che oggetti freddi come le stelle rosse, molto comuni, e attorno alle quali sono stati trovati molti nuovi mondi. E da GIARPS si aspettano grandi risultati!

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *